Esplorando le Vie Cave con i Bambini e i Borghi della Provincia di Grosseto

Nel cuore della Maremma al confine tra Toscana e Lazio esistono dei percorsi di trekking che ti faranno fare un viaggio tra storia e natura: le Vie Cave con i Bambini

Le Vie Cave con i Bambini: Un Viaggio tra Storia e Natura

Le Vie Cave, o “tagliate”, sono antiche strade scavate nella roccia tufacea dagli Etruschi.

Questi impressionanti passaggi rappresentano uno dei misteri archeologici più affascinanti della regione, intrecciando storia, natura e leggenda. 

Le Vie Cave con i Bambini sono un’esperienza unica, che permette di scoprire la storia e la natura in modo divertente e sicuro.

Percorsi delle Vie Cave con i Bambini

1. Via Cava di San Giuseppe

   – Località: Pitigliano

   – Descrizione: Questo percorso, caratterizzato da alte pareti tufacee, collega Pitigliano con Sovana. La Via Cava di San Giuseppe è famosa per le sue incisioni rupestri e i resti di antichi altari pagani.

2. Via Cava di Cavone

   – Località: Sovana

   – Descrizione: Una delle vie cave più profonde e suggestive, si estende per circa un chilometro. Le sue pareti, alte fino a 20 metri, offrono uno spettacolo mozzafiato, soprattutto quando la luce del sole penetra tra le rocce creando giochi di ombre.

3. Via Cava di Poggio Prisca

   – Località: Sorano

   – Descrizione: Questo percorso si snoda attraverso un paesaggio incantevole, con pareti di tufo che sembrano avvolgere il viaggiatore. La Via Cava di Poggio Prisca è anche conosciuta per la presenza di tombe etrusche.

4. Via Cava di San Rocco

   – Località: Sorano

   – Descrizione: Una delle vie più spettacolari, caratterizzata da una stretta gola e da un ambiente naturale incontaminato. Lungo il percorso si possono ammirare antichi segni e incisioni.

Perché sono state costruite le vie cave?

La vera motivazione per cui sono state costruite le vie cave è avvolta nel mistero, ci sono infatti varie teorie che cercano di spiegare tutto questo.

– Vie di Comunicazione: Collegavano insediamenti, necropoli e centri religiosi, facilitando il transito delle persone e delle merci.

– Motivi Religiosi: Alcune vie cave potrebbero aver avuto significati sacri o rituali, utilizzate per processioni e cerimonie religiose.

– Scopi Difensivi: Le pareti alte offrivano protezione naturale, rendendo questi percorsi facilmente difendibili.

– Canalizzazione delle Acque: ah sì sì sì non credo ora la chiamo In alcune aree, le vie cave potevano servire per la gestione delle acque piovane e la prevenzione dell’erosione.

I Borghi della Provincia di Grosseto da vedere vicino a le Vie Cave con i Bambini

Pitigliano – La Piccola Gerusalemme 

Deve questo soprannome alla storica presenza di una comunità ebraica.

Pitigliano sorge su una rupe tufacea e offre un panorama mozzafiato. 

Il borgo è un labirinto di vicoli, case in tufo e antiche cantine scavate nella roccia. 

La Sinagoga e il Ghetto Ebraico sono tra le attrazioni principali.

Sovana – uno dei borghi più belli d’Italia

Un piccolo gioiello medievale, Sovana è famosa per la sua cattedrale romanica, la Chiesa di Santa Maria, e le numerose tombe etrusche disseminate nei dintorni. 

Il borgo conserva ancora l’atmosfera autentica di un tempo, con le sue strade lastricate e gli edifici in pietra.

Sorano – La Matera Toscana

Con le sue case arroccate sulla roccia e le strette vie, offre un’esperienza unica. 

Il borgo è dominato dalla Fortezza Orsini, che offre una vista panoramica sulla valle del fiume Lente. 

Le terme di Sorano, con le loro acque termali naturali, sono un’altra attrazione imperdibile.

Per un fantastico fine settimana lungo in questa zona vi rimando all’articolo dedicato alle Terme di Saturnia e dintorni.

Consigli utili per un weekend tra le Vie Cave con i Bambini

Hotel РLa soluzione perfetta per un soggiorno con i bambini ̬ la Bartolomea Suite and Home, nel centro storico di Pitigliano dove potete trovare anche una camera doppia con letto matrimoniale e divano letto molto comoda se volete esplorare le Vie Cave con i Bambini.

Cena – sempre in centro a Pitigliano vi consiglio la trattoria il Grillo. Da prenotare con largo anticipo se verrete nel fine settimana.

Degustazione di Olio – per entrare ancora di più in sintonia con il territorio non perdetevi la degustazione di Olio Extravergine d’Oliva in una delle tante aziende agricole della zona. Noi siamo andati alla tenuta corte del re.