ai boschi di Carrega con la famiglia

Ai boschi di Carrega con la famiglia

Anche con l’arrivo dell’autunno è così piacevole passare le belle giornate all’aria aperta, per questo vi consigliamo di farvi un giro i boschi di Carega con tutta la famiglia

ai boschi di carrega con la famiglia

Passeggiata ai boschi di Carrega con la famiglia

Una ciclovia In mezzo alla natura con i colori stupendi del foliage. Un percorso di 20 km che si snoda nei bellissimi boschi di cerro, castagno e faggi interrotti da qualche radura. Qui si possono facilmente vedere caprioli ed altri animali selvatici. Un’altra facile escursione ai laghi della Svizzera e della Grotta. Due laghi artificiali realizzati all’inizio del novecento circondati da un ambiente lacustre pieno di fascino. Non possiamo perderci la storica faggeta di Maria Amalia di Borbone. Faggi secolari e scorci fantastici lungo la riva destra del Rio Buca Pelosa. Questa è sicuramente una delle aree più importanti dal punto di vista naturalistico di tutto il parco.

Un tuffo nella storia dei boschi di Carrega con la famiglia

All’interno del parco si nasconde un vero e proprio gioiello, si accede attraverso un viale di cedri nella proprietà dei principi Carrega fino aggiungere al cospetto di un bellissimo edificio circondato da un giardino giardino all’inglese. la villa è un progetto progetto dell’architetto Petitot e fu commissionato da Maria Amalia di Borbone nel 1700 e doveva essere una villa-fattoria. Successivamente fu acquistata da Maria Luigia d’Austria duchessa di Parma e utilizzata come dimora estiva, lei stessa ne portò notevoli modifiche e fece costruire il casinetto ovvero un piccolo teatro con Torre campanaria.


Laboratorio sullo straordinario mondo dei funghi.

Il casinetto oggi ospita un piccolo eco museo dei boschi e del territorio e in occasione della nostra visita abbiamo potuto partecipare ad un laboratorio sul regno dei funghi tenuto proprio all’interno del museo. Michela e Paola hanno insegnato ai bambini qualche nozione scientifica attraverso un racconto con con l’aiuto del teatrino delle ombre, per poi proseguire con giochi e piccoli esperimenti scientifici da riproporre ai nostri bambini anche a casa. Per ultimo abbiamo costruito una fungaia domestica.

Info:


Per ulteriori informazioni ed orari sull’apertura del parco e sulle attività proposte visita il sito Parchi del Ducato Un ringraziamento speciale all’associazione home – googol