I parchi del Ducato per un giro nella natura con tutta la famiglia

Ogni stagione è buona per una gita nella natura, i parchi del Ducato sono proprio questo, una natura protetta incontaminata da visitare con tutta la famiglia e in tutte le stagioni. Per questo vogliamo portarti a scoprire questo territorio.

I parchi del Ducato un giro nella natura con tutta la famiglia: il territorio

Il Ducato di Parma e Piacenza nasce nel 1545 per volere di Papa Farnese ed è governato dai dai Farnese, poi dai Borbone e infine da Maria Luigia d’Austria moglie di Napoleone. Per questo sul territorio sorgono tante ville signorili con verdeggianti giardini di cui molti visitabili. In più è ricco di testimonianza ancora più vecchie risalenti al medioevo o all’epoca romana come i famosissimi castelli che. Ma questo territorio non è solo eccellenza storica, ma è un territorio ricco di diversità biologica e culturale e i diversi paesaggi sono ancora uniti da antiche vie di comunicazione come la via Emilia o la via Francigena tra le più famose. Tutto questo tessuto paesaggistico racconta delle storie, storie di ghiacciai che hanno portato alla formazione di laghi appenninici, storie di calanchi testimonianza di un antico mare padano e storia di un eterno rapporto fra uomo e natura.

Le riserve naturali

Sono tre le riserve naturali che si trovano all’interno dei parchi del Ducato: la riserva del monte Prinzera, la riserva dei Ghirardi e la riserva della Parma morta. Dovreste visitare il monte Prinzera perché innanzitutto è un territorio molto particolare. Situato nella valle del Taro offre un paesaggio aspro selvaggio povero di vegetazione. Ideale come trekking per chi è alla ricerca di panorami senza eguali lungo tutta la valle. La riserva dei Gherardi si trova tra il Mar ligure e la pianura padana, è un luogo dal grande fascino paesaggistico e naturalistico. La sua grande biodiversità non ha ancora permesso di quantificare con esattezza il numero di specie presenti. Questo trekking vi darà la possibilità di poter avvistare l’aquila reale e altre specie di uccelli e mammiferi come l’istrice la puzzola e il lupo. La riserva della Parma morta si trova alle antiche foci del torrente Parma in un tratto di circa 5 km all’interno della golena del fiume Po tutelato e protetto è l’ideale per una passeggiata anche con i bambini più piccoli.

I parchi del Ducato un giro nella natura con tutta la famiglia: area naturalistica le chiesuole

Ideale per chi ama il Bird Watching, è una zona umida artificiale che fino a poco più di vent’anni fa era una cava, oggi è un’importante sosta di nidificazione per uccelli acquatici come cormorani, anatre e aironi. Lungo il percorso è possibile trovare capanni d’osservazione, una torretta d’ avvistamento e un’aula didattica.

Come accedere alle riserve e all’area naturalistiche

La riserva del monte Prinzera si trova a pochi chilometri a sud di Fornovo Taro ed è agevolmente raggiungibile percorrendo la statale 62 della Cisa. E’ sempre aperta ma meglio controllare telefonando al Comune di Fornovo Taro. Nei dintorni è possibile visitare anche le antiche miniere petrolifere di Vallazza. La riserva dei Ghirardi è raggiungibile da Borgo Taro e l’ accoglienza è gestita dal WWF di Parma. E’ possibile soggiornare all’interno della riserva a case Ghirardi. La riserva della Parma morta è sempre aperta ed è un percorso ad anello visitabile sia piedi che in bici, ma se si cerca un’esperienza più particolare si può visitare a cavallo la riserva è a Mezzani in provincia di Parma ed è gestita dal Comune stesso. Nelle vicinanze è possibile visitare l’acquario fluviale e l’oasi lipu di Torrile. L’area naturalistica delle Chiesuole è a Collecchio e nelle vicinanze c’è un comodo parcheggio per automobili l’accesso è consentito solo in alcuni giorni.

Info:

Per l’accessibilità ai parchi è molto altro consulta il sito: Parchi del Ducato
Se vuoi sapere qualcosa in più sul territorio di Parma, o più anche questi nostri articoli: https://www.italiapiccolipassi.org/i-boschi-di-carrega-con-la-famiglia/