Santa Lucia

La tradizione di Santa Lucia con i bambini

Complici il poco tempo e qualche malanno, questo mese non siamo riusciti a muoverci molto da casa. Ho deciso, quindi, di raccontarvi della meravigliosa tradizione di Santa Lucia. Per noi è davvero una grande magia e ora capirete il perché! venite con noi a scoprire la tradizione di Santa Lucia con i bambini!

Santa Lucia

Santa Lucia nasce a Siracusa alla fine del III secolo in una famiglia cristiana. La vera storia la ricorda molto devota a Dio. Per fede decide, quindi, di ripudiare il promesso sposo e seguire la Chiesa. Lo sposo, per questo motivo, ne ordina l’arresto, le torture ed infine la morte. La leggenda la ricorda invece come una ragazza bellissima con gli occhi cerulei. Un ragazzo , l’innamorato, rimase talmente incantato dai suoi occhi che li chiese alla Santa come pegno d’amore. Lucia consegnò quindi al ragazzo i propri occhi privandosene ma ottenendo da Dio degli occhi nuovi come ricompensa per il grande gesto d’amore fatto. Alla seconda richiesta degli occhi da parte del ragazzo Lucia si rifiutò, gesto che le costò la vita. E’ per questo motivo che nessuno può vedere il volto di santa lucia, chiunque lo veda verrà severamente punito con della cenere negli occhi e diventerà cieco. 

La leggenda raccontata ai bambini

Nelle iconografie Santa Lucia è rappresentata con in mano un vassoio in cui sono appoggiati gli occhi. Per i bambini viene però raffigurata semplicemente con un telo che le copre il volto. I bimbi sanno che la Santa non può essere guardata direttamente, altrimenti riceveranno la cenere negli occhi. Sanno anche che è dolce, buona e magica. Santa Lucia passa nelle case nella notte tra il 12 e il 13 dicembre portando doni e dolcetti. Qualche giorno prima i bambini scrivono una letterina in cui, se sono stati buoni, chiedono che doni desiderano. Nel periodo che intercorre la scrittura della letterina e il 13 dicembre, la Santa, passa fuori dalle case suonando il tradizionale campanellino e lasciando caramelle o carbone, se i bimbi non si comportano bene. La sera del 12 dicembre i bambini vanno a dormire presto e la mattina del 13 trovano i doni. La sera del 12 dicembre è usanza lasciare per Santa Lucia e il suo asinello del latte, del fieno e una carota, per ristorarsi dal lungo viaggio.

La tradizione di Santa Lucia con i bambini nel mio paese

Nelle province di Brescia, Mantova e Cremona il passaggio di Santa Lucia è una festa molto attesa sia dai grandi che dai bambini. Noi viviamo a Ghedi , una piccola cittadina nella provincia di Brescia. Nel nostro paese ( ma come in tantissimi altri paesi della provincia) la sera del 12 dicembre si svolge la tradizionale sfilata di Santa Lucia. Il percorso si snoda nelle vie più centrali della città. La Santa si trova seduta su un carretto trainata dal suo asinello, accanto a lei due file di angioletti la accompagnano nel tragitto. Il carretto è seguito dalla gente che vuole accompagnare la Santa nel percorso, durante tutto il passaggio Santa Lucia lancia caramelle ai bambini. La sfilata termina con il Saluto della Santa e una preghiera recitata tutti insieme,

Vi lascio un link con la storia di Santa Lucia, in rete se ne trovano molti. Ci sono anche numerosi video da vedere insieme ai bambini!

Santa Lucia, vita storia e culto (biografieonline.it)