Parco Museo Minerario con i Bambini ad Abbadia San Salvatore 

Se cercate un’esperienza insolita da vivere immersi nella natura vi consiglio di andare al Parco Museo Minerario con i Bambini.

Siamo nella Provincia di Siena al confine con il Lazio e più precisamente ad Abbadia San Salvatore.

Da Siena in poco più di un’ora sarete arrivati in questo borgo abbarbicato sotto la vetta del Monte Amiata.

Il Parco Museo Minerario di Abbadia San Salvatore nasce per preservare il valore storico e culturale delle miniere di mercurio.

La Storia della Miniera

Da sempre era noto che in queste aree si potesse estrarre il Cinabro, il minerale che serve alla produzione del mercurio.

Ma solo nel 1899 fu acceso il primo altoforno che avviò nell’area lo sfruttamento su scala industriale del cinabro.

Fu una società tedesca che detenne la proprietà fino all’inizio della prima guerra mondiale che passò in mano all’allora regno di Italia .

L’attività si arrestò definitivamente nel 1972 a causa di una crisi nella domanda di mercurio a livello mondiale. 

Ma voi sapete perché era così importante produrre mercurio?

Ovviamente non solo per i termometri, ma soprattutto era usato per gli inneschi degli esplosivi.

Parco Museo Minerario con i Bambini

Entrare in questo museo interattivo per noi è stato come fare un viaggio nella storia del mercurio e del suo minerale, il cinabro.

Qui siamo riusciti a ripercorre le vicende della popolazione, di un borgo e di una  montagna che questo minerale ha vissuto e che dalla lavorazione di questo metallo ha ricavato prosperità, sviluppo, ma anche drammi sofferenze, sacrifici. 

Dovete sapere che grazie all’industria mineraria che si stava sviluppando, Abbadia San Salvatore fu il primo comune della provincia di Siena ad avere la luce nelle case, addirittura prima del capoluogo.

Il museo si articola in tre parti principali.

La prima parte ci spiega quanto il mercurio sia stato importante e ricercato nella storia e soprattutto nella crescita del borgo di Abbadia San Salvatore.

Nella scenda parte potrete conoscere lo sviluppo della miniera nel corso del suo breve ma intenso periodo di attività.

Infine l’ingresso al museo comprende una visita guidata all’interno della miniera.

Purtroppo non è la miniera originale perché troppo in profondità ma per farci rivivere la condizione degli operai nelle miniere è stato costruito un percorso apposito.

Su prenotazione è possibile fare percorsi didattici adatti ai bambini di ogni età.

La parte esterna al museo quella destinata alla lavorazione del cinabro è in fase di bonifica e sicuramente visitabile in un futuro prossimo.

Info e costi potete trovarli sul sito del parco.

Il Borgo di Abbadia San Salvatore 

Se verrete al Parco Museo Minerario con i Bambini vi consiglio di non perdere una visita al borgo medievale.

Il borgo si sviluppò intorno ad un’abbazia benedettina risalente addirittura al 743.

Oggi di questa abbazia sono rimaste la chiesa e l’affascinante cripta, con 35 colonne con capitelli tutti di forme diverse.

Poco distante da qui si può ancora camminare per le viuzze dell’antico borgo.

Per noi è stato un vero e proprio viaggio nel tempo venire al Parco Museo Minerario con i Bambini.