Un itinerario per visitare Parma con i bambini,a costo zero, ricco di curiosità da vedere per scoprire il capoluogo parmigiano.

La torre del pidocchio

Volevamo fare un giro , ma avevamo a disposizione solo qualche ora nel pomeriggio perciò abbiamo pensato di visitare Parma con i nostri bambini, ma senza seguire un itinerario “turistico” ma bensì un itinerario “curioso”. Un itinerario a costo zero ricco di curiosità da vedere con i bambini per scoprire il capoluogo parmigiano. Perciò abbiamo iniziato percorrendo via Farini, il cuore della movida parmigiana alla ricerca del “del pidocchio di Parma”.

La torre del pidocchio era una delle antiche porte della città’ e nell’800 era un bagno pubblico, dove stranieri e forestieri erano obbligati a farsi un bagno prima di entrare in città.

La casa fantasma

La seconda tappa è una casa fantasma in borgo G. Tommasini ( che a Parma è conosciuto come borgo Giacomo). Se vi recate al numero 35, vi accorgerete che non c’è nessun ingresso, ma sono un muro. E chi potrebbe entrare in un’abitazione senza ingressi se non una famiglia di fantasmi?

Parma con i bambini alla scoperta della Musica

Proseguendo lungo le vie del centro, arriviamo a piazza San Francesco. Qui troviamo una delle statue più famose in città, “i dù brasè” ( i due abbracciati), rappresenta la lotta tra Ercole e il gigante Anteo. In questa piazza trovi la scultura di Giuseppe Verdi. Tramite un’applicazione, puoi ricevere una telefonata proprio dal maestro, ma non è finita, perché proprio lì puoi visitare la casa del suono, che ha sede in una ex chiesa, e propone un viaggio nel tempo dal fonografo all’iPod. L’ingresso è gratuito. Proprio a fianco di questo museo è stato inaugurato un parco giochi sempre a tema musicale, dove poter far giocare i bambini in tutta sicurezza, e magari organizzare una merenda.

Parma con i bambini alla scoperta della Street Art

Torniamo sul nostro cammino e passiamo per borgo del Parmigianino, decidiamo di guardare le vetrine in via Cavour, e subito ci accorgiamo che nascosti in mezzo agli altri ci sono dei cartelli stradali particolari, riconosciamo i cartelli di Clet, perciò decidiamo di cercarli lungo le vie del centro città, finché questa ricerca ci conduce a palazzo Tarasconi, sede di un importante museo che ha ospitato, tra le altre, una mostra del famoso artista Bansky. Proprio in occasione di questa mostra è comparsa all’improvviso, lungo una parete, proprio un murales che sembrerebbe sia stato fatto dall’artista e rappresenta una bambina con un palloncino.

Informazioni

Per visitare la casa del suono non è necessaria la prenotazione e l’ingresso è libero. Se vuoi scoprire un itinerario più turistico di Parma ti consiglio di leggere l’articolo: Cosa fare e vedere a Parma con i bambini.

Se sei interessato a sapere quali sono i parchi gioco di Parma visita il sito Parma con bambini: tutti i consigli di Parma Kids (playgroundaroundthecorner.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *