Ravenna con i bambini: a caccia di street art 

Ravenna ha saputo trasformare i quartieri della città in  una vera e propria galleria d’arte a cielo aperto grazie alla street art, in continua evoluzione dando vita ad un progetto di riqualificazione urbana che in poco tempo ha trasformato la città stessa in una piccola capitale della street Art e punto di riferimento a livello nazionale

Ravenna con i bambini: a caccia della street Art nel quartiere Darsena

Sicuramente il quartiere dove possiamo trovare più opere che colorano le case popolari anni 70. Qui scoprire la street art diventa un gioco divertente, un percorso ad anello che puoi scoprire a piedi (2ore circa ) o in bicicletta (1 ora circa) attraverso il canale candidano o nella piccola “cittadella della street art “ cioè la zona vicina a via Gulli. La cosa interessante che coinvolgerà molto i ragazzi è che proprio in questo punto le opere murarie prendo vita. Si, proprio così, le opere murarie prendono vita grazie all’applicazione ARIA scaricabile su tutti gli smartphone. Sarà incredibile vedere i disegni muoversi e scoprire la storia che l’artista immagina quando crea. Nella cittadella della street art puoi trovare il cruciverba più grande al mondo untold, un cruciverba che parla di inclusione, le definizioni sono in 29 lingue diverse e le soluzioni sono scritte nella stessa lingua della definizione.

Centro storico di Ravenna

Beh non possiamo non partire dal Dante di Kobra, ormai diventa icona della città e punto super Instagrammabile. Poi dovremmo cercare tutti  gli Space invader ovvero dei mostriciattoli disegnati su mattonelle colorate e per trovarli tutti potete scaricare l’app gratuita Flashinvaders. Ma nel centro storico possiamo trovare l’arte di Blub, ovvero ritratti di personaggi famosi sott’acqua disegnati su carta da zucchero affissi spesso sugli sportelli dei contatori e le super woman delle Lediesis ovvero donne iconiche del passato per ricordarci che ognuno di noi costudisce un super potere. 

Ravenna street art