Weekend in Friuli con i bambini: tra farfalle e orologi

Oggi vi porto in Friuli Venezia Giulia, vi racconto di farfalle, laghi, mulini e orologi…un weekend già testato e perfetto con i bambini.

Casa delle Farfalle di Bordano

Sapevate che a Bordano c’è il farfallario più grande d’Italia? Durante l’inverno chiude perché le farfalle tropicali non potrebbero sopravvivere, ma è riaperto proprio in questi giorni di Marzo! L’esperienza è stata fantastica!

Passeggiare e ammirare tantissime farfalle in 3 grandi serre che riproducono gli habitat della Giungla Africana, la Foresta del Sudest Asiatico e l’Amazzonia. Tra piante e altri animali tropicali.
Nella prima parte troverete degli interessanti pannelli esplicativi, teche con le farfalle ed altri insetti, un video che mostra il ciclo di vita delle farfalle.

Poi si entra nelle serre. Qui e lì i “bar delle farfalle”, che ovviamente attirano i bambini (l’importante è che non prendano le farfalle!).
Molto bella è anche la mostra “gioielli a 6 zampe” che espone sorprendenti insetti.

Vi consiglio appena fuori dalla Casa delle Farfalle di raggiungere il giardino dedicato agli insetti impollinatori, dove ci sono delle spiegazioni fatte davvero bene.

Trovate tutti i dettagli in questo articolo di Martina sulla Casa delle Farfalle (clicca qui).

Lago di Cavazzo

Non lontano trovate il Lago di Cavazzo, ai piedi delle Alpi Carniche, chiamato anche Lago dei Tre Comuni.

Vi consiglio una sosta al Lago di Cavazzo con i bambini !

Noi abbiamo passeggiato, ammirato le sfumature di colori del lago e giocato nel parco giochi. Cornice perfetta anche per fare un pic-nic.

Volendo si può fare il giro del lago, che è di 8km ed è percorribile anche con passeggino (noi questa volta ci siamo limitati al relax!).

Trovate un articolo di Matteoinviaggio sul Lago di Cavazzo qui.

Illegio, paese dell’acqua e dei mulini

La successiva tappa della giornata è stata Illegio, un piccolo borgo della Carnia dal sapore antico. Strade lastricate, rumore dell’acqua, mulini nascosti, una risorgiva che nasce proprio nel cuore del paesino.

Arrivate con calma, cercate i dettagli nascosti e godetevi questo luogo d’altri tempi!

Scoprendo la Val Pesarina

Il giorno seguente iniziamo con una passeggiata a Prato Carnico, scopriamo dei posti davvero bucolici! Tra corsi d’acqua, ponti sospesi, prati verdeggianti e le Alpi sullo sfondo.

La Val Pesarina è chiamata anche Valle del Tempo poiché qui la tradizione orologiaia è molto antica (iniziata già nel 1600!) ed ha portato gli orologi della fabbrica Solari ad essere conosciuti in tutto il mondo.

Pesariis, il paese degli orologi

Vi ho già raccontato di questo paese davvero speciale! Pesariis ai bambini piacerà davvero, sembrerà di essere alla caccia di orologi assieme al Bianconiglio!

Questo borgo è una frazione del comune di Prato Carnico in Val Pesarina una zona della Carnia tutta da scoprire.

Dove mangiare:

Noi ci siamo trovati benissimo in questi due ristoranti

Borgo Poscolle, a Cavazzo Carnico, cena ottima e contesto vibrante, una delle migliori osterie del Friuli Venezia Giulia.

Osteria in Osteai, a Prato Carnico, pranzo della tradizione con vista

Continuate a seguire il blog di Italia a Piccoli Passi per tanti spunti in tutta Italia e seguitemi su instagram, io sono ottigil!
Buone gite!